dossier-dipendente

DOSSIER DIPENDENTE, COS’È E COME GESTIRLO

L’importanza del dossier dipendente nella gestione del personale

Cosa si intende per dossier dipendente

Il termine “Dossier dipendente” fa riferimento a uno strumento di archiviazione dei documenti contrattuali alla cui formazione concorrono le informazioni, inserite manualmente, provenienti dalla base dati HR. Di quali informazioni si tratta? Di tutte quelle che vedono come protagonisti i dipendenti. Normalmente, queste ultime trovano spazio nel mondo HR, ma in forma disgregata. Ed è proprio il dossier dipendente ad agire da coordinatore, presentando quanto raccolto in modo ordinato e mettendo così a disposizione dell’azienda un “contenitore” di facile consultazione. Grazie al dossier dipendente è possibile avere accesso ad un profilo utente differenziato selezionando le informazioni, ad esempio, in base al tipo di documento, alla sede di riferimento e al centro di costo.

leggi l’articolo completo su digitalap.it

leggi altri articoli sul tema aziende

Read More
fatturazione elettronica numeri

Fatturazione elettronica:i primi dati

I numeri delle aziende che hanno inviato dati al Sistema di Interscambio

Compresi i benefici della fatturazione elettronica, è interessante vedere cosa è successo durante il primo mese di operatività. Dal 1° gennaio 2019 sono state 2,06 milioni le aziende che hanno inviato al Sistema di Interscambio almeno una fattura e 3 milioni quelle che hanno delegato tale compito a terzi. Su un totale di 5,5 milioni di aziende, ben 3,5 (il 30% del totale) hanno registrato l’indirizzo telematico. Complessivamente sono 183 milioni i file inviati e di questi appena il 4,44% è stato scartato per errori di compilazione. Le Regioni che hanno inviato più fatture? In testa alla classifica Lombardia e Lazio a cui ha fatto seguito l’Emilia Romagna. Nell’Italia centrale i numeri maggiori hanno interessato la Toscana, seguita dalla Regione Marche e dall’Umbria, mentre in Meridione le migliori performance sono state quelle della Campania seguita da Sicilia e Puglia.

Presegui la lettura su digitalap.it

Segui l’argomento fatturazion elettronica

Read More
fatturazione elettronica cosam è cambiato

FATTURAZIONE ELETTRONICA: COSA È CAMBIATO CON LA SUA INTRODUZIONE

Il 1° gennaio 2019 è scattato l’obbligo generalizzato, per i soggetti impegnati nella cessione di beni e nella prestazione di servizi, di utilizzare la fatturazione elettronica. Questo sistema digitale è nato per consentire alle aziende di emettere, trasmettere, ricevere e conservare le fatture senza dover più affidarsi ai supporti cartacei.

L’importanza degli applicativi nella gestione della clientela

In base ai dati raccolti nei primi 2 mesi del 2019, dei circa 228 milioni di file inviati dai soggetti interessati dalla fatturazione digitale, una percentuale prossima al 4,5% ha visto la presenza di errori di compilazione. Un valido applicativo deve concorrere alla corretta trasmissione dei dati garantendo, al contempo, una serie di funzioni utili per sviluppare e monitorare la figura del cliente. D’altro canto, le aziende si trovano ormai ad operare in un mercato globalizzato e, di conseguenza, estremamente competitivo. Un software CRM che integri il sistema di fatturazione, estendendo la sua operatività a tutte quelle fasi della vita aziendale nelle quali il cliente riveste un ruolo primario, è sicuramente uno strumento capace di supportare tutti i processi aziendali.

continua a leggere su digitalap

leggi altri articoli sulla fatturazione elettronica

Read More
contabilizzazione assistita

Fatturazione elettronica e contabilizzazione assistita per semplificare i processi aziendali

Contabilizzazione assistita, perchè vogliamo parlevene…

La dematerializzazione dei documenti rappresenta solo il punto di partenza del processo di cui, a beneficiare, è l’intero ciclo aziendale.

Proprio attraverso la dematerializzazione è stato raggiunto il primo obiettivo, ossia un’evidente riduzione di tempi e costi. I software che si sono susseguiti nel tempo per garantire a processi di contabilità sempre più efficienti, godono ormai di un livello di completezza invidiabile. In particolare, nel corso degli anni ad arricchirli è stata l’introduzione di moduli di contabilizzazione automatica. Le aziende hanno così potuto contare su programmi “ad hoc”, cui sono associate fluidità e rapidità nella trasmissione delle informazioni. Il risultato di questo processo è l’immediata disponibilità, e la facilità di condivisione delle informazioni stesse.

Grazie alla contabilizzazione assistita è possibile automatizzare i processi di acquisizione delle fatture passive (ricevute dal cliente) su Digital Hub, il servizio online proposto da Zucchetti. Con questo servizio “one-click” le aziende hanno a disposizione una serie di strumenti creati appositamente per eliminare in modo definitivo la carta lungo l’intero processo di fatturazione.

continua a leggere della contabilizzazione assistita sul nostro magazine digitale: digitalap.it

altri articoli che potrebbero interessarti sulla fatturazione elettronica li trovi cliccando qui

Read More

BUSINESS INTELLIGENCE e SOCIAL CRM

La chiave per il successo grazie al contributo del social crm

Le origini del CRM, acronimo di “Customer Relationship Management”, risalgono ai primi anni ’80. In quei tempi questo insieme di strategie di mercato, adottato dalle aziende al fine di gestire le relazioni a lungo temine con la clientela, era noto come “Database Marketing”. L’obiettivo, almeno all’inizio, era di realizzare dei “focus group” da utilizzare per interloquire in modo diretto con i clienti. Nel volgere di qualche anno le aziende si sono accorte di come fosse necessaria l’acquisizione di informazioni relative sia agli acquisti di un singolo cliente che alle modalità di impiego dei prodotti (o servizi) oggetto dell’acquisto stesso.

Dinamicità e gestione delle esperienze: i nuovi obiettivi del CRM

Con il passare degli anni il Customer Relationship Management è divenuto più dinamico. La capacità di captare i cambiamenti quotidiani nei gusti e negli interessi dei clienti è un fattore fondamentale per chi opera in un’economia globale. 

Continua a leggere l’articolo su digitap.it

Potrebbe interessarti anche: l’impatto del CRM su vendite e profitti

Read More

CRM E BUSINESS INTELLIGENCE

Differenze e somiglianze. Quali sono i vantaggi dell’integrazione

Customer Relationship Management Business Intelligence sono considerati, da alcuni addetti ai lavori, elementi molto diversi tra loro. Nell’ambito della digitalizzazione aziendale, il CRM appare un’attività ampiamente definita che può fare affidamento su una serie di software creati appositamente per consentire l’analisi e la gestione dei rapporti con la clientela.

La Business Intelligence, invece, ancora oggi è avvolta da un certo alone di “mistero”. Fra l’altro, solo di recente le piattaforme software hanno trovato impiego anche nelle PMI, non limitandosi a essere utilizzate all’interno delle grandi realtà. Il CRM rivolge l’attenzione al rapporto con i clienti già acquisiti e potenziali, gestendo sia l’approccio che l’interazione con l’azienda. Tale tecnologia si pone al servizio dell’organizzazione, sincronizzazione ed automatizzazione delle attività di marketing e vendita, estendendoti anche all’assistenza post-vendita.

Leggi l’articolo completo sul nostro magazine digitalap

Read More

L’IMPATTO DEL CRM SU VENDITE E PROFITTI

La fatturazione come indicatore del livello di salute delle aziende

La fatturazione riveste un ruolo fondamentale per qualunque azienda. Inoltrare mensilmente alla clientela un numero non indifferente di fatture significa, infatti, riuscire a vendere con successo i propri articoli o servizi. Ma, al giorno d’oggi, indipendentemente dal settore di riferimento, la concorrenza sempre più serrata e la crescita delle vendite online hanno finito per rendere più difficile ottenere i risultati sperati, anche per chi ha maturato molta esperienza sul mercato. Proprio per questo è ormai necessario, adottare misure che, più di altre, possano avere un impatto positivo sulle vendite.

leggi anche CRM: strategia vincente per le aziende

CRM ed evoluzione dei rapporti con la clientela

Tra i software che negli ultimi tempi si sono imposti all’attenzione degli addetti ai lavori, un posto d’onore spetta al CRM. Di cosa si tratta? Di una tecnologia che permette alle aziende di operare in maniera più efficiente e performante. Le vostre entrate saranno destinate a crescere in virtù di una nuova visione dei rapporti con la clientela. […]

Soddisfazione del cliente: fattore fondamentale per la crescita del profitto

Grazie al CRM è possibile disporre di informazioni complete sugli acquisti effettuati dai clienti. Il possesso e l’analisi immediata di questi dati, vi aiuterà a indirizzare verso ciascun cliente promozioni specifiche, quali sconti speciali su prodotti e servizi, ed estensioni di garanzia. Il vostro impegno, nell’ambito della personalizzazione, verrà premiato a livello di vendite. […]

I vantaggi dei software CRM

Il monitoraggio delle procedure aziendali attraverso il CRM consentirà di migliorare le vostre performance. Se implementato adeguatamente, il sistema è in grado di fornire una valutazione puntuale del processo di vendita e, allo stesso tempo, dell’esperienza vissuta dai clienti. […]

Leggi l’articolo completo sul nostro magazine digitalap

Read More

CRM: STRATEGIA VINCENTE PER LE AZIENDE

CRM per la fidelizzazione della clientela, la strada per ottimizzare il vostro business

Sono ormai lontani i tempi in cui l’agenda cartacea costituiva, per le aziende, uno strumento indispensabile.

Conseguentemente è stato il processo di digitalizzazione a cambiare le carte in tavola, garantendo una gestione più semplice e veloce dei processi, diminuendo i costi operativi.
Tuttavia diverse realtà continuano ad investire le proprie risorse con l’unico obiettivo di ampliare la clientela di riferimento.

Sebbene aumentare il bacino di utenti resti un goal importante, è altrettanto indispensabile dimostrarsi attenti nei confronti di chi è già cliente.

Un’azienda che punta decisa sulla digitalizzazione delle procedure, non deve ritenere esaurito il suo compito con l’adozione di strumenti quali la fattura elettronica, la quale rappresenta solo il primo passo verso una gestione più efficiente delle risorse. 

Leggi l’articolo completo sul nostro magazine digitalap

Contattaci per una demo sul CRM

Read More

Dossier Fatturazione Elettronica: tutte le scadenze dal 1° Luglio

La Fatturazione Elettronica entra nel vivo e ricordiamo tutte le scadenze che aspettano le aziende italiane ed i professionisti, nell’intenzione di fornire un servizio informativo alla nostra clientela.

  • il 1° Gennaio del 2017 è iniziato il regime di opzionalità della fattura elettronica tra privati (che già diverse centinaia di migliaia di aziende hanno cominciato ad utilizzare)
  • il 1° Luglio 2018 la Fatturazione Elettronica diventa obbligatoria per tutte le cessioni di carburanti e quindi per tutte le aziende che operano nella cessione di benzina e di gasolio nonchè per i subappalti nell’ambito di appalti pubblici
  • Il 1° Settembre 2018 la Fatturazione Elettronica diventa obbligatoria per tutte le cessioni in regime di “tax-free” shopping
  • Il 1° Gennaio 2019 scatta l’obbligo generalizzato di Fatturazione Elettronica per tutti i titolari di Partita IVA, con esclusione
    • dei contribuenti che rientrano nel regime dei vecchi minimi e nel regime forfettario
    • delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi da e con soggetti esteri.

Scrivete a info@ithesiapro.it per necessità di chiarimenti e approfondimenti.

Read More

Pochi giorni al 1° Luglio: come fare carburante?

Come impatta la Fatturazione Elettronica sulla vita quotidiana?

Con la Fatturazione Elettronica come faccio a pagare il pieno di carburante? E come funziona l’invio delle fatture? Cosa posso e cosa non posso fare? Gli enigmi si stanno susseguendo sempre di più in questi giorni ed è normale vista la scadenza del 1° Luglio.

Vediamo quindi di fare chiarezza sulla materia che di fatto sarà forse meno complicata del previsto.

  1. Anzitutto saranno aboliti o quasi tutti i pagamenti in contanti. il che non significa che non si potrà più pagare il carburante con mezzi diverso da quelli elettronici ma con queste osservazioni:
    1. il pagamento in contanti sarà possibile ma non consentirà di dedurre il costo dell’acquisto nè permetterà di detrarre l’IVA relativa
    2. saranno possibili pagamenti con modalità diverse da quelle elettroniche a condizione che il pagamento stesso risulti tracciabile (quindi saranno considerati validi i pagamenti con assegni, bancari e postali, circolari e non, con vaglia cambiari e postali
    3. saranno altresì possibili altri pagamenti elettronici come l’addebito diretto, il bonifico bancario o postale e il bollettino postale, oltre alle carte di debito, di credito
  2. Di fatto quindi per la detraibilità IVA sarà sufficiente evitare il contante ed utilizzare un qualunque altro metodo di pagamento
  3. Il pagamento potrà avvenire come accade ora in alcuni casi in un momento diverso dalla cessione, quando ad esempio vi sia un rapporto continuativo tra cessionario e cedente. In questo caso la fattura potrà anche essere emessa a titolo riepilogativo entro il 15 del mese successivo alla cessione.

Quest’ultima circostanza prolunga la vita, se così si può dire, anche se con funzioni più limitate alle carte carburante che potranno essere utilizzate per tenere traccia del rapporto continuativo stesso tra le parti.

Quindi tutto il flusso di carburanti dovrà essere documentato con la Fattura Elettronica, senza esclusione alcuna. Pena la mancata deducibilità e detraibilità dell’IVA relativa all’acquisto.

Read More