Commercialisti digitale

Il Commercialista Digitale nel 2018

Il Commercialista Digitale è una realtà e nessuno può avere dubbi sulla tendenza alla digitalizzazione del mondo dei Commercialisti e dei Professionisti in generale.

Basti pensare che il flusso documentale transitato attraverso il canale Entratel dell’Agenzia delle Entrate è cresciuto dai 100 milioni di Euro del 2014 agli oltre 183 milioni del 2017, esibendo quindi un raddoppio dei volumi in soli tre anni (Fonte: Fondazione nazionale dei commercialisti. Febbraio 2018).

Quali sono allora le tendenze che nel 2018 si affermeranno con sempre maggiore chiarezza? Ecco un elenco che riteniamo completo e su cui proporremo diversi articoli nel prossimo futuro e un dibattito tra i Professionisti.

  1. La digitalizzazione dei documenti e degli adempimenti aziendali come grande opportunità
    La Fatturazione Elettronica è ormai alle porte ed i Professionisti avranno l’opportunità di aiutare le aziende a svolgere i loro compiti in modo molto più moderno, traendone benefici su tutti i fronti e collocandosi come veri consulenti delle aziende stesse, avendo a disposizione in tempo quasi reale tutti i dati importanti sotto il profilo economico e finanziario
  2. L’affermazione di un nuovo modello organizzativo dello Studio Professionale
    In ragione di tali cambiamenti lo Studio Professionale potrà riorganizzare sé stesso allo scopo di ottenere più efficienza e soprattutto di poter erogare nuovi servizi, meno focalizzati sull’esecuzione delle componenti di processo che verranno automatizzate e più incentrati sulla creazione di valore per il cliente
  3. L’affermazione di nuovi trend nell’offerta dello Studio Professionale
    Di conseguenza lo Studio Professionale diventerà molto più aperto a fornire servizi che oggi vengono forniti solo in parte o per nulla. Aiutare le aziende clienti a svilupparsi seguendo i modelli vincenti nelle loro industrie, poter trarre beneficio dagli aiuti della finanza agevolata con sistematicità, analizzare gli indicatori interni con sapienza, questi e altri meccanismi entreranno sempre di più nella relazione tra cliente e Studio
  4. L’apertura del mercato per lo Studio Professionale, oltre il territorio
    Un’altra conseguenza concatenata sarà da ritrovarsi nell’apertura di mercati non solo territoriali e al limite non solo nazionali: se un Commercialista eccelle nell’analisi dei dati aziendali e nella prestazione di consulenze sullo sviluppo delle imprese non vi è motivo per cui non debba rivolgersi ad un territorio più ampio
  5. L’utilizzo di strumenti informatici come mezzo per realizzare il cambiamento
    Parliamo soprattutto di Cloud, Analisi dei dati e Social Media ma non solo. Rivolgersi ad un mercato ampio significa farsi conoscere ed essere in grado di fornire servizi anche in modo digitale. Non sono modi di dire o tendenze alla moda, si tratta del futuro della Professione…

Ithesia Group è all’avanguardia nell’identificare le tendenze rilevanti e nel mettere a disposizione dei mercati tutte le capacità necessarie per poterle cavalcare, tramite i prodotti Zucchetti e non solo. Nei prossimi articoli parleremo di tutti gli aspetti sopra citati e svilupperemo un dibattito tra i Professionisti al riguardo…

Read More

Commercialisti, i nuovi garanti della E-fattura

La diffusione della fatturazione elettronica estesa ai privati (B2B) avrà un ruolo fondamentale nella semplificazione del sistema Italiano e nell’aumento della competitività del nostro Paese in ambito internazionale. Per questo il suo arrivo, nonostante i dubbi e le perplessità, va necessariamente visto in modo positivo. (altro…)

Read More

Come migliorare la digitalizzazione degli Studi? I dati parlano chiaro… Scoprili qui!

L’osservatorio di Ithesia fornisce dati recenti: È sempre maggiore il numero degli Studi professionali attenti al tema della digitalizzazione, che sembra di solito una parola chiave un po’ abusata ma che invece sottende motivazioni concrete e determinanti.

Dalle analisi dell’osservatorio di Ithesia risulta che:

  • Almeno il 40% dei professionisti ha in progetto di investire in digitalizzazione
  • Nel 2016 gli studi professionali hanno investito nell’ICT il 50% in più rispetto all’anno precedente
  • Il 44% dei professionisti usa i Social Media a supporto del proprio business
    • Acquisendo informazioni
    • Sviluppando nuove relazioni
    • Promuovendo i servizi dello studio.

Quindi la digitalizzazione non è più una moda ristretta a pochi eletti o agli appassionati di informatica…

Ma attenzione però, le opportunità sono ancora tutte da esplorare: solamente un terzo dei professionisti dichiara di avere già implementato una pianificazione intensiva delle tecnologie digitali per il business allo scopo di ottenere questi risultati:

  • Più efficienza e produttività
  • Nuove competenze
  • Nuovi servizi orientati al mercato e più consulenza.

La strada è appena cominciata e i dati lo dimostrano fortemente: solo il 68% dei professionisti usa un Computer Portatile mentre oltre il 70% usa uno Smartphone, ma la percentuale scende al 53% se si parla di Tablet.

Ciò che è rilevante è che questi investimenti possono essere recuperati, almeno in parte, fatturandoli ai clienti, i quali sono per il 35% dei casi disponibili a investire in tecnologie informatiche per gestire la relazione con i professionisti.

Come migliorare la digitalizzazione degli Studi professionali? I dati parlano chiaro:

  • Gli invii telematici sono utilizzati solo dal 60% dei professionisti
  • Più del 50% non ha un sito internet
  • Meno del 40% utilizza un software di Gestione Documentale (il che è incredibile visto che il professionista basa la sua professione su documenti…)
  • Solo il 20% usa la fatturazione elettronica e il controllo di gestione dello Studio.

Allo stato attuale l’area di investimento che riscuote il maggiore interesse è quella della gestione documentale, che comprende anche la conservazione digitale per lo studio stesso e per i propri clienti. Altre aree di investimento verranno trattate nei prossimi articoli.

Altre statistiche sono disponibili e verranno rese note per mostrare come le direzioni di sviluppo sono tracciate e porteranno sicuramente benefici agli Studi professionali. Del resto, quando si lavora con documenti e numeri, non è possibile pensare che gli oggetti del proprio mestiere non debbano essere soggetti alla digitalizzazione, che è nata appositamente per questo.

Dunque…digitalizziamoci! O attendiamo di vedere le altre statistiche di Ithesia nei prossimi articoli…

Read More